LOREM IPSUM DOLOR

€ 485

CHIOGGIA e VENEZIA

CHIOGGIA 1

PROGRAMMA

1° giorno, martedì 22 settembre – ARQUA’ PETRARCA e CHIOGGIA
In mattinata ritrovo dei partecipanti a Milano, incontro con accompagnatrice-storica dell’arte e partenza con pullman privato gran turismo.
Mattinata dedicata alla visita di Arquà Petrarca e alla casa del famoso poeta.

 

Arquà Petrarca è un Borgo medievale che conserva immutato il fascino di un tempo ed è considerato la perla dei Colli Euganei.  Abitato fin dai tempi romani, acquistò importanza dopo che Francesco Petrarca, sommo poeta della lingua italiana, desiderò trascorrere gli ultimi anni della sua vita nella caratteristica serena quiete del luogo. Il paese ne conserva la casa e la tomba con le spoglie. Il richiamo alla memoria del poeta favorì nei secoli successivi il sorgere di case e ville di molte famiglie venete, che costituiscono oggi un patrimonio artistico ed architettonico degno di essere visitato e rivisitato con religiosa attenzione.

 

Pranzo libero e ripartenza in pullman per Chioggia. All’arrivo incontro con guida locale per la visita della città.

 

Chioggia è la sesta città del Veneto per numero di abitanti (50.000). Già capitale del sale nel medioevo, seconda città del Dogado della Serenissima è attualmente uno dei più grossi centri pescherecci italiani. E’ situata all’estremità meridionale della Laguna di Venezia, in un sito paesaggistico e ambientale singolare che l’Unesco, nel 1987, ha inserito nella lista del patrimonio mondiale. Di particolare interesse il suo centro storico, esempio di pianta urbana a “spina di pesce”. Il particolare disegno urbanistico, la tipologia della maestosa piazza e delle vivaci fondamenta con le caratteristiche architetture civili e religiose, assieme al notevole patrimonio storico e artistico, le hanno riconosciuto a pieno il titolo di “città d’arte”.

 

In serata sistemazione in hotel 4**** centrale per la cena e il pernottamento.

 

2° giorno, mercoledì 23 settembre – BIENNALE a VENEZIA
Prima colazione in hotel e partenza con motoscafo privato per raggiungere Venezia e la sede della Biennale. All’arrivo visita dell’Arsenale in compagnia di una guida locale.

 

L’Arsenale – E’ il più vasto centro produttivo d’epoca preindustriale. Occupava un’area di quarantasei ettari, e nei periodi di piena attività vi lavoravano fino a 2.000 persone al giorno. È un luogo importante per Venezia, non solo perché in questo complesso di cantieri, officine e depositi si costruivano le flotte della Serenissima, ma anche perché era il simbolo della potenza economica, politica e militare della città. Qui sono concentrati alcuni degli edifici più importanti costruiti a partire dal ‘400: Corderie, Artiglierie, Tese del Cinquecento e Tese dell’Isolotto.

 

Pranzo libero e, a seguire, visita dei Giardini della Biennale.

 

Sorgono verso il margine orientale di Venezia. Furono realizzati da Napoleone, agli inizi dell’Ottocento, dopo la distruzione di un quartiere popolare che comprendeva anche quattro chiese e tre conventi. Ospitano 29 padiglioni di paesi stranieri oltre al Padiglione Centrale.

 

Al termine imbarco in motoscafo per rientrare a Chioggia.
Cena e pernottamento in hotel.

 

3° giorno, giovedì 24 settembre – VENEZIA e ISOLA DI SAN GIORGIO 
Prima colazione e check-out dall’hotel . Partenza con motoscafo privato alla volta dell’isola di San Giorgio.

 

Si trova nella Laguna di Venezia, di fronte al Bacino di S. Marco, a soli 400 metri di distanza dalla città e a poche decine di metri dall’Isola della Giudecca. Ai tempi dei primi dogi essa si chiamava Isola dei Cipressi, aveva pochi abitanti che lavoravano in una salina ed in un mulino a vento e già vi era edificata una chiesetta (anno 790) dedicata a San Giorgio. Nel 982 il doge Tribuno Memmo donò quest’isola all’Ordine Benedettino affinché vi potesse edificare un monastero. Un terribile terremoto nel 1223 causò la devastazione dell’isola, distruggendo la chiesa ed il monastero dei Benedettini. La ricostruzione fu lunga e laboriosa e portò alla consacrazione di una nuova chiesa nel 1419. Dal 1433 San Giorgio in Isola ospitò Cosimo I de’ Medici nel suo breve periodo di esilio da Firenze. Egli ordinò la costruzione della grandiosa libreria che fu però distrutta da un incendio due secoli dopo. Con la fine della Repubblica di Venezia, nel 1797, San Giorgio in Isola perse gran parte della sua importanza, pur ospitando nel 1799 il conclave che avrebbe eletto Papa Pio VII. Soltanto nel 1951 l’Isola di San Giorgio tornò a rivestire il suo secolare ruolo nell’ambito dell’arte e della cultura grazie al conte Vittorio Cini. Egli infatti vi istituì la Fondazione Giorgio Cini in memoria del giovane figlio Giorgio morto tragicamente a seguito di un incidente aereo. S. Giorgio in Isola tornava così a nuova vita ospitando mostre e spettacoli, convegni e premiazioni (tra le quali per molti anni il premio letterario “Campiello”).

 

A seguire imbarco per San Marco e tempo a disposizione personale per il pranzo libero.
Nel pomeriggio passeggiata guidata fuori dagli itinerari più turistici, con una sosta nelle chiese e nei luoghi degli eventi connessi alla Biennale, con particolare attenzione alla Chiesa di Santa Maria dell’orto per ammirare gli stupendi dipinti del Tintoretto.

 

Venezia è città che sovverte i consueti canoni del turismo, realtà anfibia, fatta di cento isole, mille ponti e innumerevoli riflessi. La sua storia è un romanzo tanto più difficile da raccontare quanto più è stratificata. Tutto comincia a Rialto, durante i secoli bui, attorno alle poche terre emerse. Non è un caso che qui si trovino ancora i mercati, cuore pulsante della comunità. Altro luogo simbolo delle origini è la basilica di San Marco, con la cripta delle reliquie e i mosaici bizantini che rimandano ai tempi dei primi dogi. Contraltare laico della città è il palazzo Ducale, del quale si percorrono i saloni dell’ufficialità e le segrete stanze. Dal campanile di San Marco, lo sguardo spazia dalla laguna alle Dolomiti Bellunesi. La folla brulica, ma quando l’assalto s’acquieta è bello passeggiare lungo Riva degli Schiavoni o spingersi fino al Campo di S. Maria Formosa. 

 

Al termine trasferiemnto in barca alla stazione di Venezia Santa Lucia, recupero dei bagagli e partenza con treno ad alta velocità per Milano, con arrivo in serata e termine dei servizi.

SERVIZI

Servizi inclusi: viaggio del primo giorno con pullman privato gran turismo - viaggio Venezia/Milano con treno veloce - deposito bagagli (ultimo giorno) - accompagnamento di storica dell'arte per l'intera durata del tour - ingresso alla casa di Petrarca - 2 pernottamenti in camera doppia standard con trattamento di mezza pensione in hotel 4**** centrale a Chioggia - ingresso e visita guidata della Biennale - trasporti con motoscafo privato come da programma - ingresso alla Chiesa di Santa Maria dell'Orto - assicurazione medico e bagaglio - materiale informativo - organizzazione tecnica

 

Servizi esclusi: pranzi – extra di carattere personale – facchinaggio – assicurazione contro l’annullamento (facoltativa e da richiedere alla prenotazione) – ingressi a musei e monumenti non da programma – eventuale tassa di soggiorno da pagare direttamente in hotel - quanto non menzionato nei servizi inclusi

TERMINI ISCRIZIONE E PAGAMENTI

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 490 €

valida con un minimo di 20 partecipanti

 

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: 65 €

SUPPLEMENTO CAMERA DOPPIA USO SINGOLA: 90 €

 

ISCRIZIONI: VIAGGIO COMPLETO

MAP

<>

ISCRIVITI