LOREM IPSUM DOLOR

310 €

EPIFANIA A ROMA

 

ROMA

PROGRAMMA

1° giorno, lunedì 4 gennaio – QUARTIERE LATERANO
In mattinata ritrovo dei partecipanti in stazione a Milano e partenza per Roma con treno ad alta velocità. All’arrivo trasferimento in albergo 3*** centrale con i mezzi pubblici per depositare i bagagli. Pranzo libero e nel primo pomeriggio incontro con guida locale per la visita della Chiesa di San Giovanni in Laterano, della Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme, del Sancta Santorum e della Scala Santa.

 

Definita “madre di tutte le chiese del mondo”, la Basilica di San Giovanni in Laterano rappresenta l’ideale trait d’union tra epoca pagana ed epoca cristiana. Nata, infatti, come edificio per riunioni pubbliche e per l’amministrazione della giustizia, con la diffusione del nuovo credo si trasforma in maestosa struttura ecclesiastica, adatta ad accogliere un gran numero di fedeli. La Basilica sorge sullo stesso luogo della basilica eretta da Costantino intorno al 314 su terreni già di proprietà della nobile famiglia dei Laterani, dalla quale prende nome tutta l’area.

La storia della basilica di Santa Croce in Gerusalemme risale al III – IV secolo d.C. L’attuale aspetto risale al Settecento. Gli architetti Pietro Passalacqua e Domenico Gregorini, su commissione di papa Benedetto XIV, già cardinale titolare della basilica, cambiarono in modo definitivo la facciata della chiesa, portandola in avanti e costruendo un atrio ellittico, secondo lo stile tardo barocco.

La tradizione vuole che i 28 gradini della Scala Santa siano esattamente gli stessi che Gesù salì nel palazzo di Ponzio Pilato a Gerusalemme. Portati a Roma da Santa Elena nel IV secolo, sono considerati così sacri che i fedeli li salgono sulle ginocchia pregando. Il venerdì di Quaresima questo atto di devozione assicura l’indulgenza dei peccati.

Il Sancta Sanctorum nel Medioevo era la cappella privata della dimora lateranense dei papi. Dedicata al martire S. Lorenzo, la sua origine si deve far risalire molto prima del secolo VIII, giacchè da questo secolo provengono le prime notizie documentali. Nel secolo IX, per le numerose reliquie che vi erano custodite sotto l’altare, in un’arca ingabbiata da una massiccia griglia di ferro, si cominciò a chiamare la cappella SANCTA SANCTORUM.

 

 

In serata cena e pernottamento in hotel.

 

2° giorno, martedì 5 gennaio –BASILICA DI SAN CLEMENTE E CHIESA DEL MONASTERO DEI SS. QUATTRO CORONATI
Prima colazione in hotel e mattinata dedicata alla visita guidata  della Basilica di San Clemente e della Chiesa del Monastero dei SS. Quattro Coronati (spostamenti in città con mezzi pubblici).

 

Basilica di San Clemente – un itinerario nella Roma Cristiana non può prescindere dalla scoperta di questa Basilica. Il suo esterno tardobarocco nasconde tesori artistici risalenti soprattutto al medioevo: spiccano il ciborio e il pavimento cosmateschi, la stupenda schola cantorum ed il mosaico di scuola romana raffigurante il Trionfo della Croce.

Chiesa del Monastero dei SS. Quattro Coronati – il nome di questo convento deriva dai  quattro soldati martirizzati Severo, Severiano, Carpoforo e Vittorini, rei di non aver voluto giustiziare quattro o cinque scultori che si erano rifiutati di scolpire la statua di un idolo pagano, afermando così la loro fede cristiana. La chiesa oggi ha l’aspetto di una rocca medievale, circondata da imponenti mura e sormontata da una torre.

 

Pranzo libero e pomeriggio a disposizione personale per le visite individuali della città. Karis consiglia di vedere la mostra “Impressionisti tete a tete” presso il complesso del Vittoriano.

 

Edouard Manet, Pierre Auguste Renoir, Edgar Degas, Claude Monet, Frédéric Bazille, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Gustave Caillebotte, Berthe Morisot, Mary Cassat, Georges Seurat. Inoltre Armand Guillaumin, Marie Bracquemond, Eva Gonzales: questi gli artisti presenti nella mostra. Oltre sessanta opere provenienti dal Musée d’Orsay. “Vero pittore è colui che sa afferrare il lato epico della vita di ogni giorno e sa farci vedere quanto siamo grandi e poetici nelle nostre cravatte e nelle nostre scarpe verniciate” afferma Charles Baudelaire, personalità chiave nel diffondere fra gli artisti che saranno poi definiti “impressionisti”, il gusto di dipingere il loro tempo. Attraverso un percorso tra i protagonisti impressionisti la mostra vuole mettere in luce gli aspetti innovativi essenziali nell’elaborazione di un’arte moderna evidenziando le connotazioni delle singole personalità. Il movimento impressionista distrugge le ferree regole dell’arte da Salon: se si fa prepotente il desiderio di fissare sulla tela la fugacità del momento, è proprio la figura umana che permette all’artista di esplorare rapidamente il mondo circostante, il vivace spaccato di un mondo pulsante di vita…

 

 A seguire rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 

3° giorno, mercoledì 6 gennaio – MERCATINI DI PIAZZA NAVONA
Dopo la prima colazione intera giornata a disposizione personale per visitare i tradizionali mercatini dell’Epifania in Piazza Navona e per le ultime visite della città (pranzo libero).

 

Nel periodo delle feste natalizie ogni anno la piazza cara a romani e turisti pullula di bancarelle a tema che espongono gadget, decori, oggetti di artigianato e, soprattutto, tantissime calze, di ogni forma e misura. Negli anni, l’appuntamento con la mercato dell’Epifania di Piazza Navona è divenuto un evento cult. Una tradizione che affonda le sue radici nel passato, quando la piazza, costruita sui resti dello stadio di Domiziano, ospitava un affollatissimo mercato rionale. Al di là delle numerose bancarelle con i prodotti della campagna romana, a rendere ancora più affascinante il mercato di Piazza Navona era la dislocazione dei venditori, disposti in circolo seguendo l’andamento dell’agorà. Con il passare degli anni, da un lato la crescente vocazione turistica del luogo, dall’altro la vicinanza con un altro mercato storico di Roma, Campo de’ Fiori, indusse a limitare il mercatino al solo periodo dell’Avvento. Oggi al di là dei numerosi stand dedicati alla befana che richiama in strada migliaia di bambini letteralmente rapiti dalla presenza di tante “vecchine”, a rendere ancora più attraente la piazza è la presenza di bravi artisti di strada, ritrattisti ed artigiani che, con le loro esibizioni e le loro creazioni estemporanee, accompagnano il pubblico presente contribuendo a creare un’atmosfera unica.

 

Nel pomeriggio ritrovo in hotel per ritirare i bagagli e trasferimento in stazione con i mezzi pubblici. Partenza per Milano con treno ad alta velocità e, all’arrivo, termine dei servizi.

SERVIZI

Servizi inclusi: Viaggio a/R Milano/Roma con TAV in seconda classe - biglietto per i mezzi pubblici urbani - 2 pernottamenti in camera doppia standard in hotel 3*** in zona San Giovanni Laterano con trattamento di mezza pensione (bevande incluse) - ingressi e visite guidate come da programma - assicurazione medico e bagaglio – organizzazione tecnica e materiale informativo.

 

Servizi esclusi: pranzi - tassa di soggiorno da pagarsi in hotel - extra di carattere personale - ingressi non da programma - mance e facchinaggio - assicurazione contro l'annullamento (facoltativa e da richiedere alla prenotazione) – ingresso alla mostra - quanto non espressamente indicato nei servizi inclusi.

TERMINI ISCRIZIONE E PAGAMENTI

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 310 € valida con un minimo di 25 partecipanti

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: da definire

IN COLLABORAZIONE CON L'ASSOCIAZIONE MIRABILIA

ISCRIZIONI E SALDO ENTRO IL 12 DICEMBRE

MAP

<<<<<>>>>>

ISCRIVITI