LOREM IPSUM DOLOR

45 €

MONET E LINGOTTO

1024px-Claude_Monet_037

PROGRAMMA

Giovedì 28 gennaio

Ritrovo dei partecipanti presso il piazzale delle piscine di Muggiò (Como) alle ore 9.30, incontro con accompagnatrice Karis e partenza per Torino con pullman privato gran turismo. All’arrivo visita al rinnovato Lingotto.

Il Lingotto di Torino è stato uno dei principali stabilimenti di produzione della Fiat e uno dei più emblematici edifici industriali dell’architettura moderna. È stato progettato a partire dal 1915 dall’ingegnere Matté Trucco, che si è ispirato all’architettura industriale nordamericana. L’edificio si trova nel quartiere di Nizza Millefonti. Con un volume di un milione di metri cubi, una lunghezza di 500 metri e alto 5 piani, il Lingotto è stato il primo esempio di costruzione modulare in cemento armato fondata sulla ripetizione di tre elementi compositivi: pilastri, travi e solai. Nel 1984 Fiat s.p.a ha indetto un concorso di idee, e nel 1985 la ha incaricato Renzo Piano Building Workshop della riconversione dell’edificio da fabbrica a centro polifunzionale. Il progetto si proponeva due obiettivi: ridare vita alla fabbrica trasformandola in un centro polifunzionale e conservarne l’identità architettonica. La fabbrica è stata divisa attraverso un lungo processo di ristrutturazione tra diverse funzioni: terziario, abitazioni e alberghi, con la precedenza all’uso culturale. All’esterno la struttura è rimasta inalterata, ma all’interno è stata profondamente modificata per venire incontro alle nuove esigenze. La riconversione è stata realizzata in tre fasi successive, dal 1991 al 2003: ogni area ultimata è stata resa operativa senza aspettare il termine dell’intero progetto. In questo modo sono stati inaugurati un centro fiere (1992), un centro congressi e un auditorium (1994), due hotel (1995 e 2003), un centro servizi, vari uffici direzionali, un’area dedicata interamente al commercio (2002). A partire dal 1997 la sede manageriale del gruppo Fiat è tornata nella palazzina uffici. Nel 2002 sono state inaugurate la Pinacoteca e la sede del Politecnico con un corso di laurea in ingegneria dell’autoveicolo. Il cantiere è durato complessivamente 16 anni.

Pranzo libero a Eataly e, nel pomeriggio, ingresso per la visita guidata della mostra “Monet dalle Collezioni del musée D’Orsay” presso la GAM (ingressi alle ore 17.00 e 17.30).

 

Diversi sono i temi affrontati in questa eccezionale rassegna, che evocherà nel visitatore lo splendore dei paesaggi impressionisti e dei leggiadri ritratti delle donne di fine Ottocento: La Gazza, Prova di figura all’aria aperta, Donna con il parasole girata verso destra, La barca a Giverny, Il Parlamento di Londra, Le déjeuner sur l’herbe sono solo un assaggio di quello che il visitatore potrà trovare questo autunno alla GAM. La luce e il colore saranno i veri protagonisti di questa eccezionale rassegna monografica dedicata al grande maestro francese che culminerà, al termine del percorso, con due tra le più significative opere in cui riconosciamo l’interesse di Monet sullo studio degli effetti di luce: La cattedrale di Rouen. Il portale, tempo grigio e La cattedrale di Rouen. Il portale e la torre Saint-Romain in pieno sole.

 

Al termine partenza per il rientro con arrivo a Como in serata.

SERVIZI

Servizi inclusi: viaggio e trasferimenti in pullman privato gran turismo - sevizio di accompagnamento Karis per l'intera giornata - ingresso e visita guidata alla mostra - organizzazione tecnica - materiale informativo

 

Servizi esclusi: pranzo - extra di carattere personale – ingressi a musei e monumenti non da programma - ingresso alla Pinacoteca Agnelli - quanto non espressamente specificato nei servizi inclusi

TERMINI ISCRIZIONE E PAGAMENTI

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 45 €

Valida con un minimo di 40 partecipanti

ISCRIZIONI E SALDO ENTRO IL 9 DICEMBRE

MAP

<>

ISCRIVITI